Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
non viaggio abbastanza

Malesia, le isole Perhentian

Il paradiso esiste. Questo ho pensato quando sono arrivata alle Isole Perhentian!

Non mi aspettavo che la natura potesse stupirmi in questo modo. Giungla, mare, spiagge e niente altro.

Le isole Perhentian sono due: Pulau Perhentian Besar e Pulau Perhentian Kecil. Entrambe ricoperte di fitta vegetazione e con spiagge da sogno. Non ci sono strade, ci si sposta solo via mare. Non esistono costruzioni di grosse dimensioni che rovinerebbero inevitabilmente il paesaggio. Per questo motivo alle Perhentian non troverete lussi e comodità. Le sistemazioni per la notte consistono in piccoli bungalows, sulla spiaggia o verso l'interno quindi più vicini alla giungla.

L'arrivo alle Perhentian

L'arrivo alle Perhentian

Ho scelto di soggiornare al PIR Perhentian Island Resort (ma non fatevi ingannare dal nome, la nostra idea di resort è un po' diversa) perché è posizionato sulla spiaggia migliore di Pulau Perhentian Besar. In effetti, non appena si entra in mare, a poche bracciate dalla riva si incontrano tartarughe, razze, squaletti e una miriade di pesci colorati. Il mare è meraviglioso, l'acqua è calda, la sabbia bianchissima.

La struttura non è nulla di speciale, le stanze sono datate, il cibo abbastanza deludente. Non saprei dire se esistano sistemazioni migliori in termini di qualità e comfort, ma l'impressione era che il livello fosse lo stesso un po' ovunque. Ma poco importa considerando il contesto.

La spiaggia del PIR (Perhentian Island Resort)
La spiaggia del PIR (Perhentian Island Resort)
La spiaggia del PIR (Perhentian Island Resort)
La spiaggia del PIR (Perhentian Island Resort)

La spiaggia del PIR (Perhentian Island Resort)

Oltre alla già citata spiaggia del PIR, a Pulau Perhentian Besar ci sono altri angoli paradisiaci, uno su tutti la splendida (e deserta) Turtle Beach, raggiungibile facilmente con un taxi boat da qualunque punto dell'isola.

Con pochi Ringgit è inoltre possibile raggiungere siti meravigliosi per lo snorkelling o le immersioni, come lo shark point per nuotare con gli squali (blacktip sharks) e dove c'è anche un faro in mezzo all'acqua da cui tuffarsi. Oppure arrivare all'isola di Rawa (ad ovest di Kecil) per avvistare pesci coloratissimi di tutte le dimensioni.

Si può prendere parte ad un'escursione organizzata dal proprio hotel o noleggiare una barca per qualche ora in modo da personalizzare il tour a proprio piacimento.

Turtle beach
Turtle beach
Turtle beach

Turtle beach

Anche l'altra isola, Pulau Perhentian Kecil non è da meno in quanto a bellezza; ogni spiaggia offre uno scenario differente ma pur sempre paradisiaco. Per dirne una, l'incantevole Romantic Beach, che si raggiunge da Long Beach attraverso un sentiero che si snoda in mezzo alla giungla.

Long beach è la spiaggia più grande di Pulau Perhentian Kecil dove è possibile trovare piccoli negozi che vendono beni di prima necessità, qualche ristorantino spartano e chioschetti per noleggiare attrezzature per lo snokelling e le immersioni.

La sera Pulau Perhentian Kecil è più vivace di Besar; se si soggiorna a Besar, basta entrare in mare e cercare un taxi boat che con una breve traversata sotto le stelle vi accompagnerà a Long Beach per la cena. E' sufficiente scegliere uno dei piccoli ristoranti presenti sulla spiaggia e informarsi sul pescato del giorno, accordarsi sul prezzo e gustare la cena direttamente in riva al mare. Qui quasi nessuno serve alcolici. Solitamente si trovano bevande come fanta e coca-cola oppure è abbastanza diffuso uno strano succo fluorescente (imbevibile secondo me!) che sa di fragola.

Pulau Perhentian Kecil
Pulau Perhentian Kecil

Pulau Perhentian Kecil

Romantic Beach
Romantic Beach
Romantic Beach

Romantic Beach

Alcune info pratiche:

- come arrivare alle Isole Perhentian: bisogna raggiungere il porto di Kuala Besut, nello stato di Terrengganu, dove è possibile prendere una piccola imbarcazione che in circa 45/50 minuti raggiunge le Pehrentian. L'organizzazione non è il loro forte, per cui (almeno fino al 2012) non ci sono orari prestabiliti e le imbarcazioni portano prima in un'isola e poi nell'altra senza un ordine preciso. Insomma, il mio consiglio è quello di andare lì per tempo e armarsi di pazienza. Noi siamo arrivati a Kuala Besut dalle Cameron Highlands con un pulmino insieme ad altri viaggiatori. Una piccola agenzia di Tanah Rata ci aveva organizzato il tragitto fino alle isole. Da Kuala Lumpur invece è possibile prendere un volo per Kota Bharu e un taxi per Kuala Besut (circa un'ora di strada). Il viaggio in ogni caso è abbastanza lungo e stancante.

- Il periodo migliore per visitare le Isole Perhentian è la nostra estate.

- Sulle isole non esistono sportelli Bancomat, per cui bisogna arrivare lì con i contanti necessari per il soggiorno.

- Portatevi una torcia. Di sera se volete spostarvi dal vostro hotel vi sarà di grande aiuto, anzi è fondamentale perchè appena ci si allontana dagli hotel regna l'oscurità.

- Prendete in cosiderazione l'eventualità di trovarvi senza acqua corrente per qualche ora, capita di frequente.

- Se dovete scegliere tra le Perhentian e Redang, io non avrei dubbi: Perhentian tutta la vita.

- Io ho paura dei ragni. Alle Perhentian fortunatamente non ho incontrato nessun animale o insetto che mi facesse paura. Avevo letto di serpenti, ragni e altre "creature mostruose" ma non ho visto nulla di tutto ciò (beh, non mi sono avventurata troppo nella giungla...). Però all'imbrunire svolazzano un po' di pipistrelli.

Condividi post

Repost 0

Commenta il post