non viaggio abbastanza - travel blog

Milano insolita: il giardino segreto di Leonardo da Vinci

Milano insolita: il giardino segreto di Leonardo da Vinci

Tutto il mondo conosce lo straordinario capolavoro che Leonardo da Vinci dipinse nella sala dell’ex refettorio del monastero di Santa Maria delle Grazie a Milano, il Cenacolo Vinciano.

Ma forse non tutti sanno che Leonardo possedeva una vigna, che si trova ancora oggi nel cuore della città, proprio dall’altro lato della strada che costeggia la Basilica.

Milano insolita: il giardino segreto di Leonardo da Vinci

La sua storia è affascinante. Proprio mentre era intento a dipingere il suo affresco più famoso, nel 1498 il duca di Milano, Lodovico il Moro, decise di regalare a Leonardo una vigna, segno di riconoscimento per le sue straordinarie opere artistiche. Poiché la famiglia di Leonardo era proprietaria di diversi vigneti in terra toscana, l’intento del Duca era quello di farlo sentire “a casa” durante il suo soggiorno meneghino. Con questo possedimento il Maestro avrebbe ottenuto la cittadinanza milanese. Pochi mesi dopo però si verificò la caduta di Lodovico il Moro e la vigna gli venne confiscata.

Milano era diventata di dominio francese ma Leonardo, tanto affezionato alla sua vigna, non si arrese e riuscì a riottenerla nel 1506. Nel corso degli anni e a causa delle varie guerre subì diversi attacchi e qualche incendio, fino a scomparire quasi totalmente, fino ai giorni nostri. Dopo lunghe ricerche, la Malvasia di Candia viene ripiantata ed ora cresce orgogliosa, e rigogliosa, nel giardino della casa degli Atellani.

 

Milano insolita: il giardino segreto di Leonardo da Vinci
Milano insolita: il giardino segreto di Leonardo da Vinci

La casa degli Atellani viene ristrutturata nel 1922 dall'architetto Pietro Portaluppi, che pur modificando quasi interamente la facciata, riscopre e riporta al suo antico splendore i meravigliosi affreschi che si trovano all'interno delle stanze.

Un percorso guidato attraverso un'audio guida racconta la storia della casa e della vigna, disponibile in diverse lingue, tra cui, sorpresa personalmente graditissima, anche in dialetto milanese!

 

E’ un luogo magnifico perché, nel centro di Milano, tra auto a tutta velocità e tram sferraglianti questo piccolo spazio verde rappresenta un autentico angolo di pace.

Gli interni della casa degli Atellani
Gli interni della casa degli Atellani

Gli interni della casa degli Atellani

Orari e prezzi:

La visita dura mezz'ora e nei fine settimana è consigliata la prenotazione, da effettuarsi sul sito o in biglietteria. 

Le visite sono disponibili tutti i giorni della settimana dalle 9 alle 18 (ultima visita 17.30) e il costo del biglietto intero è di 10€.

Milano insolita: il giardino segreto di Leonardo da Vinci

Condividi post

Repost0

Commenta il post