non viaggio abbastanza - travel blog

Itinerario breve in Marocco - cosa vedere in 5 giorni

Il nostro breve itinerario in Marocco: Fez, la città blu di Chefchaouen, Meknes e Volubilis le tappe che abbiamo scelto per questa avventura on the road. Come muoversi in Marocco, quanto costa il viaggio, cosa vedere, dove dormire e cosa mangiare. 

Itinerario breve in Marocco - cosa vedere in 5 giorni

Il nostro viaggio in Marocco si è rivelato una fantastica avventura che ci ha permesso di concludere l'anno nel modo che più amiamo: viaggiando.

Le visite a bellissime città imperiali e paesaggi mozzafiato ci hanno accompagnati all'uscita di un 2018 davvero soddisfacente in tema di viaggi. Non possiamo che sperare in un 2019 altrettanto avventuroso.

Ma torniamo al nostro Marocco e alle tappe del nostro breve itinerario, che abbiamo costruito considerando 5 giorni pieni per visite e spostamenti.

Piccola premessa: eravamo già stati a Marrakech e Casablanca, per cui le abbiamo escluse da questo itinerario, ma se voi avete 2, 3 giorni in più a disposizione su Marrakech fateci un pensiero. Se poi ne avete anche altri potete spingervi giù fino al deserto.

Insomma, il Marocco è pieno di posti da vedere, per vedere tutto serve molto tempo. 

Dato che attualmente i voli dall'Italia per il Marocco sono molto convenienti, è sicuramente una buona idea trascorrere anche solo pochi giorni alla scoperta di questo Paese e ripromettersi di tornare per vedere ciò che si è lasciato indietro. 

Ecco il nostro itinerario di viaggio in Marocco di 5 giorni:

Giorno 1: arrivo a Fez

Giorno 2: Fez - Chefchaouen, visita della città

Giorno 3: Chefchaouen - sosta a Volubilis e Molay Idriss - Meknés 

Giorno 4: Meknes, visita della città - Fez, arrivo in serata

Giorno 5: Fez, visita della città - volo di rientro la sera 

Chefchaouen - Marocco
Chefchaouen - Marocco
Chefchaouen - Marocco

Chefchaouen - Marocco

Come muoversi in Marocco

In Marocco si può tranquillamente guidare da soli senza grossi problemi. Le strade sono generalmente in buono stato e le località sono ben indicate dai cartelli. E' molto importante rispettare i limiti di velocità perché ci sono tantissimi posti di blocco e si viene fermati spesso. Quando si incontra un posto di blocco bisogna rallentare e aspettare un cenno di assenso per proseguire.

Un'altra valida alternativa è quella di organizzare gli spostamenti con i taxi, che percorrono anche lunghe distanze a prezzi alquanto ragionevoli. Noi abbiamo fatto così e ci siamo trovati bene. E' possibile chiedere in hotel e contrattare con loro sul prezzo. 

Prendete anche in considerazione l'eccellente linea ferroviaria marocchina. Io avevo utilizzato il treno per spostarmi da Marrakech a Casablanca durante il mio primo viaggio nel paese e ho potuto constatare che i mezzi sono nuovi e puntuali. Tutte le principali città sono ben collegate e i costi contenuti. 

Fez - Marocco
Fez - Marocco
Fez - Marocco

Fez - Marocco

Quanto costa un viaggio in Marocco

Il Marocco è un Paese economico, è quindi possibile considerare un viaggio in Marocco un viaggio low cost
Sono molti i voli che collegano l’Italia alle principali città marocchine a prezzi davvero ottimi, se si è fortunati con la combinazione giusta si possono spendere poche decine di euro a tratta. Io per farvi un esempio ho trovato la tratta Torino - Fez a 34€ con Ryanair.

Di solito cerco i voli su Skyscanner a questo link, così vedo le varie opzioni disponibili.

Anche le sistemazioni per la notte sono in genere economiche, a volte anche moltissimo, ma va considerato che gli standard di pulizia e di servizi non sono come quelli a cui siamo abituati, per cui bisogna tenere presente che spesso dietro un prezzo molto basso si nascondono alloggi mediocri. Nelle principali città del paese ci sono anche i riad da mille e una notte o alberghi internazionali super lussuosi, con prezzi ovviamente in linea a quanto offerto.

Per mangiare si spende poco più o meno ovunque, dai pochi dinari per lo street-food all'equivalente di circa 10-20 € nei ristoranti di buon livello. 

Il costo per gli spostamenti è piuttosto basso, ovviamente più si è meglio è. Noi dividendo tutto per 6 abbiamo contenuto i costi affidandoci ad autisti locali.

Tirando un po’ le somme, un viaggio in Marocco può essere molto economico e anche chi non vuole rinunciare a qualche comodità non si troverà col portafoglio vuoto a fine vacanza.

Volubilis - Marocco
Volubilis - Marocco

Volubilis - Marocco

Dove dormire in Marocco

Un viaggio in Marocco non può dirsi completo se non si dorme almeno una notte in un riad, una tipica abitazione marocchina. Sono alloggi ricchi di fascino che promettono ospitalità e relax anche nel mezzo della medina più caotica del paese.

Vi racconto dove abbiamo dormito noi, lasciandovi il link diretto a booking.com.

Fez: qui abbiamo trascorso due notti non consecutive e dormito in due riad differenti. La prima notte abbiamo scelto il Riad Haj Palace and Spa, una soluzione comoda all'interno della tentacolare medina di Fez. Forse le stanze avrebbero bisogno di una rinfrescata, ma è una buona soluzione e il prezzo economico. La colazione è abbondante.

La seconda notte invece abbiamo dormito al Riad Al Makan, molto bello, ha anche una splendida terrazza con vista sopra i tetti della città. Sottolineo la gentilezza del personale e del gestore che ha reso il nostro soggiorno fantastico, aiutandoci in prima persona ad organizzare spostamenti per il solo piacere di farlo. Consigliatissimo.

Chefchaouen: nell'incantevole città blu del Marocco abbiamo dormito da Casa Familia, una soluzione carina fuori dalla Medina, raggiungibile a piedi in 10 minuti. Le stanze sono spaziose e la colazione tipica è buona e abbondante.

Meknes: la soluzione migliore di tutto il viaggio, il labirintico Riad D'Or ci ha accolti in un ambiente da favola. Il riad è composto da tre edifici differenti collegati da scale e terrazze. Noi avevamo una stanza grandissima con una mega terrazza tutta per noi. Ci tornerei subito.    

Meknes - Marocco
Meknes - Marocco
Meknes - Marocco

Meknes - Marocco

La cucina marocchina

L’inebriante profumo delle spezie sprigionato nei souq delle medine è un’anticipazione di ciò che si cela sotto il coperchio conico delle tajine servite in tutti i ristoranti tipici del paese. Curcuma, zenzero, cannella, pepe, paprika, sono solo alcune e vengono abbondantemente utilizzate per preparare i piatti principali oppure per condire la carne alla brace.
Tra le nostre tajine preferite ci sono l’agnello cotto con le prugne e il pollo al limone. Immancabili le brochettes (spiedini) di carne alla brace e le tipiche kefta, gustose polpettine di manzo macinato.

Buonissimo anche il couscous che si può ordinare sia di carne che in versione vegetariana.

Itinerario breve in Marocco - cosa vedere in 5 giorni

Considerazioni finali

Di questo itinerario mi è piaciuto tutto. Non cambierei nulla, solo se avessi potuto avrei trascorso più tempo a Chefchaouen e Fez. Non perché il tempo a disposizione non sia stato sufficiente, ma perché queste due città mi sono piaciute così tanto che avrei esplorato volentieri le loro medine, i loro mercati e i loro vicoli ancora un po', scattando altre mille fotografie persa nel profumo delle spezie.

Vi parlerò di loro in un post dedicato.

Se viaggiate in inverno come me, portatevi qualcosa di pesante. Se durante il giorno si sta bene, tanto da poter azzardare una manica corta sotto il sole a mezzogiorno, la sera le temperature scendono vertiginosamente e vi serviranno strati più pesanti, una giacca imbottita, sciarpa e cappello. Ah il pigiama! Caldo. I riad non sono sempre riscaldati a dovere (a dire il vero nel nostro caso quasi mai).

Se volete acquistare qualcosa nei souq, preparatevi a contrattare. La cifra che vi chiedono inizialmente è sicuramente molto più alta del valore reale della merce che state per comprare. Noi offrivamo circa la metà del prezzo proposto per poi trovare un punto d'incontro. 

Se avete domande o volete aggiungere qualche informazione, vi aspetto nei commenti!

Marocco on the road

Marocco on the road

Condividi post

Repost0

Commenta il post